sabato 12 agosto 2017

Sapore di sale


Sono rientrata, finalmente. Siamo tornati alla base, enfin! Eh già, sembrerà paradossale, ma facevo il conto alla rovescia. Mare, sole, caldo e ancora mare, sole, caldo e - dimenticavo - sabbia, ovunque sabbia. Le vacanze saranno pure necessarie, ma un conto organizzarle e viverle a misura di adulto, un conto avere al seguito un bambino. E' lui che detta orari, regole, tipo di divertimento. E - non so se valga per tutte o se invece la mia esperienza è particolare - di vacanza, alla fine, hanno ben poco! Soprattutto se le giornate sono scandite, sulla spiaggia, da accapigliamenti, capricci, pianti & company per avere il giocattolo del bambino vicino di ombrellone e quello - il bambino vicino - non vuole saperne di darlo in prestito neppure per dieci secondi! 
Al piccolo di casa, mare sole e sabbia hanno fatto bene. Lui, sì, lui si è divertito! Io - a volte - mi sono incantata ad assistere ai suoi giri concentrici per planare sul secchiello di Cars del Matteo o Davide di turno. 
video
In generale mi sono annoiata e stancata molto. Impensabile dedicarsi a una qualsivoglia lettura per oltre cinque minuti, ad esempio. Impossibile - se non a notte fonda - godersi qualcosa di diverso da cartoni e cartoni o divorare un fondo di politica...Sono a casa, ora. Avevo nostalgia e bisogno delle mie cose, dei miei libri, del mio pc e anche del mio letto. Peccato solo che al rientro - punizione celeste per non aver vissuto con troppa gioia questi giorni - i condizionatori hanno inspiegabilmente dato forfait. Il che - con i quasi 40 gradi cittadini e il fatto che vivo in un attico - non è stato propriamente un bel segno di benvenuto! Un giorno di accendi-spegni, resetta la corrente e cose del genere e tutto è a posto. Eccomi tornata!

2 commenti:

Lasciami un commento, un'impressione, una suggestione...mi farà immenso piacere! elisa