giovedì 5 ottobre 2017

La fotografia è un incantesimo

Risultati immagini per macchina fotograficaUn titolo che è già un programma: "Guarda!". La fotografia spiegata ai ragazzi, di Joel Meyerowitz, editore Contrasto, è un volume di 80 pagine pensato per lettori dai 999 anni, per genitori e bambini che vogliano accostarsi all’arte fotografica. Mi ha colpito perchè sfogliarlo è come fare una passeggiata tra i suoi segreti, per capire in che modo oggetti e situazioni comuni possano trasformarsi in momenti pregni di significato e di espressività. Pagina dopo pagina, il newyorkese Meyerowitz ci fa immergere nella magia della fotografia: la sua capacità di fermare il tempo, raccontare una storia, di saper  combinare più elementi e livelli in un’inquadratura, di sottrarre allo scorrere del tempo gli istanti più speciali e preziosi della vita. 
"Ho scelto le fotografie che vedrai in questo libro con la speranza che le cose che vi troverai ti spingeranno ad aprire gli occhi e la mente, a guardare il mondo intorno a te sotto una nuova luce", scrive Meyerowitz. 
Trenta scatti in bianco e nero, 4 a colori, una veste grafica raffinata, in un volume che riporta il lavoro di 34 fotografi di fama. Fra tutti: Henri Cartier-Bresson, Eugene Richards, Elliott Erwitt, Mary Ellen Mark, Paul Strand, Sebastião Salgado, Alex Webb, Gordon Parks, Martin Parr. Ogni opera è raccontata attraverso un commento che fa risaltare alcuni aspetti e concetti che sono alla base di una buona foto: l'angolazione, la luce, il soggetto, la prospettiva. Insomma, una buona foto - anche quella che sembra più che naturale - non si improvvisa ma si costruisce, quasi a tavolino. E il mondo cambia, filtrato com'è attraverso l'obiettivo di una macchina fotografica che è e incarna un punto di vista, mai neutro nè neutrale.
Con questo post partecipo all'appuntamento con il Venerdì del Libro di Paola